Marzia Migliora

Nel 2007 l’Associazione Acacia decise di premiare anche l’artista Marzia Migliora, acquistando la sua opera intitolata “…sono sgusciato dalla tua pienezza senza lasciarti vuota perché il vuoto l’ho portato con me…” (2007).
La ricerca artistica di Marzia Migliora si fonda su un’attenta analisi del quotidiano e degli affetti famigliari dal quale l’artista trae numerosi stimoli che vengono poi rielaborati e metabolizzati nelle varie opere. Tema ricorrente è la storia presente e passata che l’artista mette in relazione con luoghi e spazi. In questo modo la riflessione sulla memoria diventa uno strumento per rileggere il presente sotto una nuova luce: il risultato è un’opera sfaccettata, che porta ad un’esperienza condivisa con tutto il pubblico, carica di emozioni e stimolante dal punto di vista intellettuale.

L’opera della Collezione Acacia ha una bellissima storia. In seguito a un viaggio in Cina nel 2006, la Presidente Gemma Tesa incontrò una collezionista che si interessò molto all’attività e alla missione di Acacia. Così propose di mettere a disposizione la sua casa realizzata dal famoso architetto Giò Ponti. Gemma Testa invitò allora Marzia Migliora a visitare l’abitazione e a ideare un progetto. L’artista rimase molto colpita da quella visita, in particolare fu incantata da un vaso di Giò Ponti che a prima vista le ricordò la maternità. Nacque così l’opera della Collezione Acacia: si tratta di un vaso di ceramica color bianco latte e di una serie di 48 forbici anch’esse in ceramica. Sulla superficie del vaso vi è una piccola rientranza, un ombelico, mentre le forbici indicano il taglio del cordone ombelicale, entrambi simboli della maternità. L’opera fu presentata in occasione della mostra INVITO 2007 presso l’abitazione privata di due collezionisti Acaia. L’opera fu poi esposta al Museo del Novecento di Milano nel 2015 in occasione della donazione della Collezione Acacia al Museo e per l’occasione fu esposta vicino all’opera di Fausto Melotti, dove rimase per lungo tempo. Le due opere, entrambe bianche, sono state accostate su uno sfondo nero, creando un bellissimo contrasto e un’incantevole gioco di pieni e vuoti e di chiari e di scuri.

—————————

Marzia Migliora nasce ad Alessandria nel 1972. Principali mostre personali degli ultimi anni:

2020
Lo spettro di Malthus, Museo Maga, Gallarate
2018
Voce del verbo avere, Palazzo Branciforte, Palermo 
2017

Velme, Ca’ Rezzonico, Museo del Settecento Veneziano, Venezia
2016
Forza Lavoro, Galleria Lia Rumma, Milano
2015
H-317 Può provocare una reazione, Forte di Bard, Bard
2014
H-317 Può provocare una reazione, Auditorium Arte, Roma
Aqua Micans – Hotel delle Palme
2013
Viaggio intorno alla mia camera, Fondazione G.O.C.A., Palermo


Marzia Migliora, …sono sgusciato dalla tua pienezza senza lasciarti vuota perchè il vuoto l’ho portato con me…, 2007, installazione ceramica, 48 forbici, vaso, mensola, cm 90 x 130 ed 2/3, Courtesy Collezione Acacia, Museo del Novecento Milano, Photo Credit Fabio Mantegna

Categories:
La Collezione Acacia